Shop
+
All
Vibratori
Integratori
Benessere intimo

Il tuo carrello è vuoto.

Chiudi

Account

loading...
Tutti

Boo! Vibrazioni fantasma da Piccoli Brividi

La cosa più bella dei vibratori è che puoi usarli dove vuoi e con chi vuoi. Ma può, l’oggetto del tuo desiderio, diventare il protagonista di una storia dell’orrore?

da Giada | 28 Ottobre 2021
Locandine di film horror in stile retro sui temi

La cosa più bella di vibratori e sex toys è che puoi usarli dove vuoi e con chi vuoi. Puoi scegliere il colore, la forma, il tipo di sensazione che cerchi e molto altro. Per non parlare del momento eccitante in cui acquisti il tuo primissimo sex toy.

Insomma, puoi scegliere il prodotto per il tuo piacere, ora anche da casa, e addirittura portarlo sempre con te. Poi però, basta davvero poco per rendere il tuo oggetto del desiderio il protagonista di una storia dell’orrore.

Può un vibratore regalare spaventi invece che piacere?

Non aprite quel cassetto

Capitolo I.

È notte, più precisamente l’una e quarantatré. Non riesco a prendere sonno in questi giorni. Masturbarsi sembra non aiutare più per me. Sto provando a guardare dei video asmr per rilassarmi. Funzionano; i miei preferiti sono quelli dove restaurano degli oggetti di moda vintage o dei trucchi tutti rotti. A volte invece, quando mi voglio sentire coccolata, provo a guardare i role play più disparati. Non mi interessa l’argomento o dove è ambientato, basta che si prendano cura di me.

Mi sto per addormentare; tolgo le cuffie e appoggio il telefono sul comodino, quando una vibrazione inizia a sentirsi. Il suono è ovattato, come se venisse da un altro mondo. “Ma chi mi sta chiamando a quest’ora?” penso. Alzo lo sguardo, il telefono non dà segni di vita. Lo schermo è spento. La vibrazione però si accende sempre di più e io non capisco da dove arriva. “Forse sto sognando.” mi auto-convinco fino ad addormentarmi.

Capitolo II.

Per quanto fossi confusa su quel rumore nascosto, quella notte, alla fine, non mi feci altre domande e mi dimenticai di tutto. Durante il giorno, rientrando in camera, mi sembrava ancora di sentire qualcosa. La notte successiva infatti, la scena si ripeté. Anche questa volta la vibrazione non smise e, anzi, iniziò a vibrare ad intermittenza.

Il suono, era così sottile, sembrava davvero che me lo stessi immaginando. Quasi impercettibile. Ma ero certa che fosse reale. Stavo diventando pazza? Per la terza sera successiva in cui la vibrazione non smise, decisi di guardare ovunque. Dovevo scoprire da dove arrivasse quel vibrare.

Capitolo ultimo.

Stupita, mi ricordai che era da un po’ che non usavo il mio vibratore. Aprii il cassetto, il primo, del comodino. Era lì, immobile come se niente fosse. Il silenzioso bz bz arrivava da lui. Avvicinai l’orecchio per essere veramente sicura che fosse lui. Come aveva fatto ad accendersi da solo?

Per tre notti il mio vibratore rimase acceso, vibrando impercettibilmente nel cassetto. E se l’avesse aperto mia madre? O magari qualche fantasma si stava divertendo al posto mio? Immagino che ora dovrò tenerlo sotto carica per un bel po’, e assicurarmi che sia davvero spento la prossima volta.

Forse, non tuttə crederanno a spettri e fantasmi, ma quando dicono che la vibrazione di un sex toy è silenziosa, è meglio crederci! Tu hai qualche storia simile, legata ai sex toys?

Articoli Relativi