Shop
+
All
Benessere intimo
Vibratori

Il tuo carrello è vuoto.

Chiudi

Hai bisogno di aiuto?
Mandaci una mail a customercare@yspot.co
Pagamenti sicuri
Spedizioni veloci e sicure
Reso gratuito
Pacco anonimo

Account

loading...
Tutti

Lubrificante 101: grandi verità e falsi miti

Più che un ripiego, il lubrificante dovrebbe essere sempre a portata di mano: per assicurarci che i momenti divertenti siano anche sicuri.

da Aurelie | 21 Settembre 2021
Illustrazione donna in una vasca

Il lubrificante a base d’acqua è il più versatile di tutti: VERO

Che sia a base d’acqua, siliconica, oliosa o una combinazione di due o più ingredienti, scegliere il lubrificante giusto non è facile.

Ogni tipo di lubrificante ha dei vantaggi, anche se alcuni di loro hanno degli svantaggi non da poco. I lube a base oliosa ad esempio, possono essere utilizzati con la maggior parte dei toys in silicone ma, non sono compatibili all’uso del preservativo, poiché potrebbero causarne la rottura. Invece, le formule a base di silicone non minacciano l’utilizzo del preservativo, ma non possono assolutamente essere abbinati ai toys in silicone.

L’alternativa perfetta? Usare un lubrificante a base d’acqua. Sicuri e senza problemi possono essere utilizzati per qualsiasi cosa: masturbazione, rapporti sessuali con chi vuoi, sesso con preservativi e vibratori.

Questo è esattamente il motivo per cui abbiamo scelto di realizzare Flow con una formula a base d’acqua. Insieme all’aloe vera come ingrediente principale, superstar di natura!

Il lubrificante non serve durante la masturbazione: FALSO

Mentre qualcunə di noi potrebbe aggiungere il lubrificante alla sua sessione di auto-piacere penetrativo, ci dimentichiamo spesso che ci sono altri tipi di masturbazione, altrettanto piacevoli e importanti, in cui occorre lubrificare.

È comune pensare che le vulve non abbiano bisogno di lubrificazione aggiuntiva per la stimolazione del clitoride. Eppure non è così: lo sfregamento a secco potrebbe causare pelle secca e di conseguenza tesa e irritata. Il tutto traducendosi in una noiosa irritazione che lascerà la vulva arrossata e pruriginosa, con annesso dolore o gonfiore.

Allo stesso modo anche i peni possono soffrire a causa della masturbazione non lubrificata. Quindi che fare? Una cosa sola: lubrificate!

Il lubrificante viene solo usato da chi soffre di secchezza: FALSO

Di recente abbiamo discusso di secchezza vaginale e abbiamo sfatato alcuni stereotipi confusi che la circondano.

Tuttavia, indipendentemente dalla salute di una vagina, capita che non si possa sempre avere una lubrificazione ottimale, per molte e varie ragioni. La mancanza di eccitazione, ad esempio, potrebbe essere il primo e più ovvio motivo da esplorare. Il lubrificante potrebbe certamente prendersi cura degli aspetti fisici, ma è necessario ricordarci che non dobbiamo mai sentirci obbligati a fare sesso solo per essere “gentili”.

Anche chi ha una buona auto-lubrificazione potrebbe notare, durante l’arco del rapporto, variazioni nel livello di lubrificazione. Un’esperienza fluida potrebbe rivelarsi invece scomoda e poco lubrificata, con tutto il disagio che di conseguenza si porterebbe dietro.

Ultima cosa ma non d’importanza: non tutti i rapporti penetrativi sono vaginali. Tuttə sappiamo che un’ottima penetrazione anale dovrebbe essere sempre goduta con un sacco di lubrificante.

La saliva è un’alternativa gratuita e sicura al lubrificante: FALSO

Forse hai già provato, ma se hai la tentazione di usare la saliva come sostituto gratuito del lubrificante, un consiglio: non farlo. Usare la saliva può essere eccitante ma:

a) non è adatta alla lubrificazione, si secca e non ha la consistenza giusta.

b) la saliva porta con sé tutti i tipi di enzimi e batteri, molti dei quali sono molto diversi dai batteri vaginali. Usata al posto del lubrificante, potrebbe facilmente alterare il microbioma vaginale e provocare infezioni da lieviti o vaginosi.

c) qualsiasi IST orale si trasferirebbe molto facilmente dalla bocca/gola ai genitali: che si tratti di herpes, gonorrea, clamidia, HPV, sifilide o tricomoniasi.

L’uso del lubrificante può generare vergogna: VERO

Poiché spesso confondiamo la mancanza di lubrificazione con la secchezza vaginale, e poiché la secchezza vaginale è spesso associata alla menopausa e attinge alla nostra paura collettiva dell’invecchiamento (chi può biasimarci): è facile capire perché suggerire l’uso del lubrificante a unə partner può mettere a disagio.

A nessuno piacciono le conversazioni scomode e il potenziale imbarazzo, ma i pro superano di gran lunga i contro. L’uso del lubrificante apre un mondo di esperienze piacevoli e più sicure, promuovendo attivamente la salute sessuale. Le vagine sane sono vagine felici!

Articoli Relativi